16
Set
2015

Hugo Vieira e Dániel Böde

Ovvero i nuovi eroi di mezza Belgrado e di mezza Budapest che sabato hanno risolto con quattro gol i due sentitissimi derby cittadini.

Sabato era giornata di derby a Belgrado, per Stella Rossa – Partizan, e a Budapest, per Újpest – Ferencváros. Hanno vinto le squadre messe meglio in classifica ma è stata soprattutto la giornata di due giocatori in particolare: Hugo Vieira e Dániel Böde.
Il primo ha sostanzialmente fatto la differenza da solo nel derby di Belgrado: è un attaccante portoghese di ventisette anni arrivato quest’estate alla Stella Rossa dalla fallita Torpedo Mosca dopo una carriera passata fra Spagna e Portogallo. Con due gol, uno dei quali perfetti per far esplodere il Marakanà, ha permesso alla Stella Rossa di aumentare il distacco dallo Javor secondo in classifica. Il Partizan non è mai sembrato in grado di vincere la partita anche se negli ultimi minuti Aboubakar Oumarou ha gettato via due occasioni da gol clamorose. Con il 3 a 1 di sabato la Stella Rossa si porta a più otto dal Partizan, quarto in classifica, che però deve ancora recuperare una partita.

 

Nel derby di Budapest invece l’uomo in più è stato Dániel Böde, attaccante ungherese da tre anni al Ferencváros e già nel giro della nazionale, che con due gol ha rimontato e sorpassato l’Újpest, andato in vantaggio nei primi minuti di gioco. La squadra di Thomas Doll ha vinto tutte le otto partite di campionato giocate fin qui ed ha già nove punti di distacco dalla seconda.

 

 

In copertina: Böde e Leandro a fine partita