19
Mag
2015

Marian Cisovsky e la SLA

Il difensore slovacco, a cui è stata diagnosticata la SLA, è in cura da circa un anno e gli ex compagni del Viktoria Plzen gli hanno dedicato la vittoria del campionato.

Lunedì il Viktoria Plzen ha festeggiato in casa la vittoria del campionato con una giornata di anticipo dopo aver sconfitto per 2 a 0 lo Jihlava. I festeggiamenti sono stati dedicati a Marian Čišovský, ex difensore del club ceco a cui circa un anno fa è stata diagnosticata la SLA (sclerosi laterale amiotrofica), una malattia rara ed incurabile che causa una progressiva ed irreversibile perdita delle funzioni vitali.

 

Marian Čišovský è nato in Slovacchia nel 1979 e ha giocato, tra le altre, con Zilina, Timisoara e Viktoria Plzen. Fino al giorno del suo ritiro è stato un buon difensore centrale e protagonista della scalata al successo del Viktoria Plzen. L’anno scorso è stato il capocannoniere dei boemi in Champions League, con cinque gol segnati.
È in cura da marzo dell’anno scorso e – insieme a Fernando Ricksen – è uno dei primi calciatori ancora in attività a cui è stata diagnosticata la SLA.

 

 

In copertina: giocatori del Viktoria Plzen durante la premiazione

Leggi anche:

Viktoria